Roi lancia il Cru Golf Sanremo

- E' un extra vergine di oliva Taggiasca, prodotto da olive raccolte a mano dagli alberi del Circolo Golf matuziano ::: I lavori di potatura, concimazione, raccolta sono stati realizzati dalla Goccia cooperativa onlus
Roi Cru Golf

Roi Cru Golf

Nasce ufficialmente oggi il Cru Golf Sanremo di Olio Roi, Olio extra vergine di oliva "DOP Riviera Ligure, Riviera dei Fiori", il primo olio DOP di Sanremo. Il Cru Golf di Olio Roi è il frutto di un accordo siglato poco più di due anni fa tra il Circolo Golf degli Ulivi di Sanremo, storica struttura per la promozione sportiva, immersa in un ampio parco di ulivi ormai centenari, e il Frantoio Roi di Badalucco, piccolo produttore che propone oli extra vergine di altissima qualità, extravergini millesimati frutto di una sapiente selezione annuale e territoriale delle migliori olive Taggiasche.

Il Cru Golf è un extra vergine di oliva Taggiasca, in purezza, prodotto da olive raccolte a mano. Il sentore di carciofo è netto - tipico dell’oliva Taggiasca - e si accompagna con olive fresche e buccia di mela verde. Un notevole mix di aromi delicati e eleganti. La pasta è di buona consistenza e dona all’olio una persistenza in bocca lunga quanto piacevole. Nell’indole dolce si colgono la mela e il pinolo con note non invadenti di amaro. L’olio è certificato DOP (Denominazione di Origine Protetta) per la tracciabilità territoriale e FOE (Friend Of The Earth) per l’agricoltura sostenibile.

Il "matrimonio" tra il Circolo Golf degli Ulivi del Presidente Silvio Maiga e Olio Roi è stato sancito dall'intervento della Goccia Cooperativa sociale onlus, che con un progetto sociale di integrazione e di reinserimento, ha lavorato in questi due anni per pulire, potare, concimare, trattare gli alberi d'ulivo (circa 1.700, di cui 1.400 ora in produzione) e infine per raccogliere, tra lo scorso novembre e dicembre le olive necessarie alla produzione limitata, solo 6.000 bottiglie numerate, del Cru Golf. La squadra dedicata a questa lavorazione è composta da 6 persone, tra cui rifugiati politici, ex detenuti e altri soggetti svantaggiati, assunti dalla Cooperativa a tempo indeterminato.

La Goccia Cooperativa sociale onlus (www.cooperativagoccia.it) è di tipo misto, A + B e non ha scopo di lucro. Nello svolgimento dell'attività produttiva la Cooperativa impiega principalmente soci lavoratori retribuiti, e l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate, dando occupazione lavorativa alle migliori condizioni economiche, sociali e professionali. Ha instaurato proficue collaborazioni con alcuni privati e frantoi per la raccolta, potatura e manutenzione degli ulivi. Il vice presidente e tutor aziendale Fabio Freri è diplomato in Agraria. Presidente è Liliana Gladuli.

"Siamo molto fieri di aver contribuito alla rinascita produttiva degli ulivi del Circolo Golf di Sanremo - spiega Franco Boeri Roi -. Cru Golf è per noi un ulteriore passo in avanti nella direzione della qualità e della valorizzazione dell'oliva Taggiasca. Si aggiunge ai nostri altri Cru, Riva Gianca, Morga e Gaaci, ognuno con caratteristiche notevolmente diverse. Lo porteremo in tutto il mondo, così come accade per tutta la nostra produzione, dal Carte Noire al Monocultivar Taggiasca. Ma sopratutto siamo fieri di aver contribuito alla finalizzazione di un progetto sociale che, oltre a ridare vigore alle piante del Campo Golf, consente a ragazzi in difficoltà di apprendere un mestiere, di avere un lavoro, di ottenere una equa retribuzione. Infine, ci fà piacere contribuire alle attività di una struttura così importante come il Circolo Golf degli Ulivi, in una città nota in tutto il mondo per i fiori e per le canzoni, che inizia così a riscoprire la propria millenaria vocazione olivicola".

Particolarmente significativo l'intervento del Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, che ha sottolineato l'importanza dei prodotti tipici per la promozione del territorio: "Usciamo dalla settimana del Festival, durante la quale abbiamo profuso tutti gli sforzi per promuovere la nostra Città, le sue eccellenze, la pista ciclabile. Oggi - ha spiegato Biancheri - siamo qui a presentare un prodotto nuovo, al quale pensavamo da tempo che finalmente, grazie a tutti coloro che ci hanno lavorato, è diventato realtà. Da ex presidente del Circolo Golf vi posso dire che in tanti ci han sempre chiesto qualcosa da portare a casa, i fiori, i carciofi ... Oggi abbiamo finalmente una cosa concreta che, oltre ad essere un prodotto di marketing, contribuisce ad abbattere i costi della manutenzione. Siamo di fronte ad un prodotto che si presenta in modo prestigioso e che può fornire una promozione importante per il circolo e per tutta la Città".